La campagna elettorale sui social network: 5 consigli per creare una strategia efficace


Tempo di lettura stimato
4 minuti
La campagna elettorale sui social network

Oggi tutte le campagne elettorali, a qualsiasi livello, usano come strumento di comunicazione e in modo altamente professionale i social network.

Sentiamo parlare, sempre più spesso, di comunicazione politica, e vediamo sui nostri feed post, tweet e contenuti di natura politica. Ma cos’è la comunicazione politica e perché i social network sono diventati così importanti?

E soprattutto perché i social network sono fondamentali se stai per intraprendere una campagna elettorale? Una piccola guida su come fare la tua campagna elettorale sui social network.

La campagna elettorale sui social network: l’evoluzione

Cittadini, politici e mass media che attraverso canali di comunicazione tradizionali (televisione, radio e stampa) scambiavano contenuti di interesse pubblico.

Fino agli anni ’90 il modello di riferimento era questo, con l’avvento della rete qualcosa è cambiato.

Si è passati da una comunicazione di tipo broadcast all’era delle nicchie. Un nuovo modello, decentralizzato e pluralizzato, caratterizzato da frammentazione e incertezza. E il concetto di audience di massa ha via via perso la sua efficacia.

Grazie alle nuove tecnologie, e in particolare grazie al social media marketing politico, la comunicazione politica, può rivolgersi a fasce di elettori differenti, contemporaneamente e con messaggi differenti, con un’offerta programmatica diversificata massimizzando il numero di voti. E’ quindi possibile creare una campagna elettorale sui social network in modo professionale.

L’informazione raggiunge in modo capillare i vari segmenti di una cittadinanza complessa e stratificata, che è ormai quasi impossibile cogliere come entità collettiva compatta e omogenea.

I nuovi media hanno contribuito ad abbattere i filtri posti dai tradizionali intermediari sociali (partiti).

E attraverso il going public, puoi mantenere un canale aperto e continuo di comunicazione con i cittadini e cercare di garantirti il loro consenso.

Devi sapere che la rete ha permesso possibilità inedite di comunicazione: se prima della nascita dei media digitali erano indispensabili risorse enormi per dare vita a un quotidiano o a un canale televisivo, oggi tutti noi abbiamo in tasca un mezzo produzione con cui creare una campagna elettorale sui social network.

E se usato con professionalità possiamo diffondere il nostro messaggio a un pubblico potenziale di milioni di persone, e se integrato nella giusta strategia avere consenso.

Questo scenario ha prodotto una profonda evoluzione della comunicazione politica.

Costi di produzione bassi, e diffusione delle informazioni su larga scala hanno prodotto nuove forme di azione collettiva.

E la presenza sui social network è diventato uno strumento indispensabile se ricopri un ruolo di governo o sei in corsa in una campagna elettorale e offre opportunità inedite per costruire relazioni e coinvolgere stakeholder e sostenitori.

Cosa comunicare attraverso l’uso dei social network in campagna elettorale

Grazie ad un uso professionale e strategico dei social network cosa puoi fare concretamente?

  1. Diffondere informazioni senza filtro o mediazione in cui i messaggi possono raggiungere parte dell’elettorale (one to many) – Posizionamento e pensiero rispetto a temi;
  2. Differenziare pubblici e messaggi: possibilità di mandare in maniera estremamente precisa il proprio messaggio;
  3. Vita privata/nascosta del candidato

Sulla rete, è possibile dare visibilità a informazioni che interessano nicchie di persone e la somma di questi contenuti genera un volume di attenzione maggiore rispetto a quella prodotto dai contenuti generalisti.

La comunicazione politica sui social ha due obiettivi:

  1. Informare;
  2. Persuadere.

I social media non sono quindi soltanto il “megafono” del Partito, candidato o coalizione ma consentono ad ogni individuo di partecipare direttamente allo scambio delle notizie ed esprimere le proprie opinioni.

Lo scopo, quindi, è costruire in campagna elettorale e mantenere il consenso anche durante la fase di governo, attraverso la costante produzione di contenuti in linea con la propria community di riferimento.

La campagna elettorale sui social network: una strategia efficace

Per strutturare una campagna elettorale che usi in modo efficace anche i social network è necessario seguire una serie di punti e passaggi fondamentali.

  • Analisi dello scenario e creazione del benchmark. È importante chiarire che ci sono due tipi di analisi da condurre: la prima si riferisce all’analisi dell’elettorato attraverso rilevazioni di tipo quantitativo e qualitativo, per capirci meglio, sondaggi e focus group, che ci permettono di comprendere l’elettorato, la percezione del candidato, della lista, i punti di forza e di debolezza. C’è poi l’analisi del posizionamento sui social e in rete, che è indispensabile fare per comprendere il nostro punto di partenza e mettere in campo una strategia efficace. E il benchmark che ci aiuta a comparare i Kpi che riteniamo più utili (Es. Reach) rispetto ai nostri competitor.
  • Creazione Strategia e Piano editoriale. Una volta portata a termine l’analisi e compreso il posizionamento in rete, i contenuti che hanno funzionato maggiormente quelli peggiori e individuato gli obiettivi, passiamo alla definizione della strategia. In questa fase si individuano le azioni da mettere in campo, gli strumenti da utilizzare (Es. meglio Twitter o Instagram), si adatta il messaggio della campagna e si crea il social media kit;
  • Creazione di contenuti e real time marketing. La comunicazione politica online non riposa mai, è h24 e c’è costantemente il bisogno di cavalcare le notizie con l’attività facendo quello che in gergo si chiama real time marketing. Ovviamente il piano editoriale non prevederà solo attività di tipo reattive ma anche proattive come, ad esempio, la declinazione del Programma o determinati temi attraverso la creazione di infografiche, fotografie emozionali, video, dirette;
  • ADV. Le campagne di ADV, in politica sono molto efficaci perché possiamo mostrare solo ad un target preciso il messaggio più in linea con le proprie aspettative. Possiamo identificare genere, città, età, interessi sia Facebook sia su Instagram, ma anche su altri social e permettere ai nostri messaggi di arrivare in modo chirurgico a destinazione;
  • Monitoraggio e moderazione. Non dobbiamo mai dimenticare di monitorare costantemente quelle che viene detto sotto i post che pubblichiamo, rispondere e tarare i messaggi anche in base alle opinioni e lo spirito comune.

Come detto in precedenza e spiegato in diversi articoli i social network NON sono la chiave di volta o l’unico strumento per permettere di vincere ad un candidato, ma usati in modo professionale e consapevole possono sicuramente aiutare a diffondere messaggi in modo chiaro e altamente targhettizzato.

Chiamami

Condividi questo articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *